Federazione Coldiretti Lombardia

Visita il sito Coldiretti Nazionale: www.coldiretti.it

Ricerca nel sito:

Ricerca avanzata

In evidenza 

 

Il Punto Coldiretti, giornale di informazione per le imprese del settore agroalimentare

News dal Territorio:

Sottoscrivi il feed delle news

cinghiali

MANTOVA - SELVATICI, NEL MANTOVANO 700 MILA EURO DI DANNI DAL 2004

Tra il 2004 e il 2017 sono stati oltre 700mila euro i danni provocati in agricoltura e sulle strade dagli animali selvatici nel Mantovano. È quanto emerge da un’indagine condotta da Coldiretti Mantova. L’associazione guidata da Paolo Carra segnala che fino al 31 marzo prossimo possono essere presentate all’Utr Val Padana le “Domande di contributo per la prevenzione dei danni arrecati alle produzioni agricole e alle opere approntate sui terreni coltivati ed a pascolo dalle specie di fauna selvatica e domestica inselvatichita”, tutelata ai sensi della delibera di giunta regionale del 18 novembre 2016.

Pavia Prefetto

PAVIA - COLDIRETTI PAVIA INCONTRA IL PREFETTO: MASSIMA COLLABORAZIONE A TUTELA DELLE PRODUZIONI AGRICOLE

Un colloquio cordiale e proficuo, per ribadire la massima collaborazione di Coldiretti Pavia con le Autorità impegnate nella difesa del territorio. Questa mattina il Presidente di Coldiretti Pavia Wilma Pirola e il Direttore Rodolfo Mazzucotelli hanno incontrato il Prefetto di Pavia, Dottor Attilio Visconti.

STOP CIBO FALSO

MANTOVA - AL VIA LA RACCOLTA FIRME #STOPCIBOFALSO

Al via anche a Mantova la raccolta firme contro l’inganno del cibo “fake” nella spesa, mobilitazione popolare lanciata in tutta Italia da Coldiretti e Campagna Amica per chiedere al Parlamento Europeo che i consumatori abbiano la possibilità di conoscere da dove arriva il cibo che portano in tavola e fermare il cibo falso (#stopcibofalso), proteggere la salute, tutelare l’economia e fermare le speculazioni e difendere l’agricoltura italiana.

neve

BERGAMO - MALTEMPO, ATTIVA LA TASK FORCE DEI TRATTORI ANTI NEVE

Con l’arrivo della nevicata, si è mobilitata fin dalle prime luci dell’alba la “task force” di circa 50 agricoltori bergamaschi convenzionati con le amministrazioni per assicurare la pulizia delle strade dalla neve e dal ghiaccio, dalla pianura alla collina fino alla montagna.

ghiaccio

COMO, LECCO: BURIAN SI ABBATTE SULLE CAMPAGNE, STALLE E SERRE CONGELATE

Il freddo siberiano di Burian si abbatte sulle campagne di Lecco, creando disagi ad allevatori e agricoltori. A raccontarlo è la Coldiretti Como Lecco, i cui tecnici sono impegnati nel continuo e costante monitoraggio delle aziende, costrette in queste ore a fare i conti con temperature artiche e neve.

neve

VARESE - FREDDO SIBERIANO SULLE STALLE: ABBEVERATOI E IMPIANTI DI MUNGITURA CONGELATI

Dagli abbeveratoi agli impianti di mungitura congelati, le stalle di Varese fanno il conto dei disagi causati dall’ondata di gelo siberiano che ha assediato la nostra provincia.

Cremona candidati

CREMONA - COLDIRETTI INCONTRA I CANDIDATI ALLE ELEZIONI

Proseguono, presso la sede provinciale di via Verdi, gli incontri tra Coldiretti Cremona e i candidati alle elezioni politiche e regionali, con l’impegno – preso dal Presidente Paolo Voltini e dal Direttore Mauro Donda – di ottenere piena condivisione rispetto alle proposte messe in campo dall’Organizzazione, per il futuro dell’agricoltura italiana e del Paese.

Prandini

BRESCIA - COLDIRETTI INCONTRA ATTILIO FONTANA

In vista delle prossime elezioni, oggi mercoledì 28 febbraio alle ore 14,15 presso la sede di Coldiretti Brescia in via San Zeno 69, il presidente di Coldiretti Ettore Prandini incontra il candidato Presidente alle regionali del centrodestra Attilio Fontana per presentare e discutere il manifesto politico di Coldiretti sulle proposte per la Regione.

Pomodoro

LOMBARDIA - MADE IN ITALY, ARRIVA L'ETICHETTA SALVA PUMMAROLA

Con oltre 500 mila tonnellate prodotte, il pomodoro da salsa si conferma una delle produzioni di punta della Lombardia, concentrato in particolare nelle province di Mantova e Cremona. È quanto afferma la Coldiretti regionale in occasione dell’arrivo dell’etichetta di origine obbligatoria che salva la pummarola Made in Italy dall’inganno dei prodotti coltivati all’estero ed importati per essere spacciati come italiani.

scuola

BRESCIA - COLDIRETTI E FERALPISALO' CONNUBIO TRA CIBO SANO E SPORT

Una lezione su sport e sana alimentazione con protagonisti Elia Legati e Riccardo Tantardini, i giocatori di calcio della prima squadra della Feralpisalò. E' successo questa mattina presso la scuola primaria di Montichiari, in provincia di Brescia

recchia

LOMBARDIA - CARLO MARIA RECCHIA LEADER DEI GIOVANI DI COLDIRETTI LOMBARDIA

Carlo Maria Recchia è il nuovo Delegato regionale di Giovani Impresa Coldiretti Lombardia: 24 anni di Formigara, in provincia di Cremona, studente di Scienze e Tecnologie Agrarie all’Università Statale di Milano, Carlo è agricoltore di prima generazione e per la sua impresa ha puntato su biodiversità, sostenibilità e innovazione.

freddo

LOMBARDIA - MALTEMPO, CAPPOTTI AI VITELLI E IMPIANTI ANTI GELO: COSI NELLE CAMPAGNE CI SI PREPARA AL GRANDE FREDDO

Cappotti per i baby vitellini e coperture per le verdure, lampade anti gelo e impianti di riscaldamento in azione. Così, nelle campagne lombarde, ci si prepara all'arrivo del grande freddo. È quanto emerge da un monitoraggio della Coldiretti regionale in vista della massa di aria gelida che sta per investire la Lombardia, portando con sé un brusco calo delle temperature.

STOP CIBO FALSO

COMO, LECCO - CAMPAGNA AMICA SI MOBILITA PER LO STOP AL CIBO FALSO

La mobilitazione dei mercati di Campagna Amica arriva anche sul Lario. A rivelarlo è la Coldiretti Como Lecco alla vigilia del via alla raccolta firme sulla petizione #stopalcibofalso in programma domani, sabato 24 febbraio, a Mariano Comense. «Si tratta — spiega il presidente di Coldiretti Como Lecco, Fortunato Trezzi — di una mobilitazione atta a chiedere all’Europa di fermare il cibo falso, per tutelare l’economia del nostro Paese, per la salute dei cittadini, per bloccare le speculazioni e quindi difendere le speculazioni sull’agricoltura italiana».

CARNE

LOMBARDIA - CONSUMI, 2MILA OASI DELLA CARNE IN REGIONE: UNO SU DUE PREFERISCE BISTECCHE MADE IN ITALY

Sono più di duemila le “oasi della carne” in Lombardia. È quanto emerge da un’analisi della Coldiretti regionale su dati della Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi, in occasione dell’incontro sul valore della carne rossa a tavola, in programma giovedì 22 febbraio alle ore 18.30 al Museo Mille Miglia a Brescia, organizzato dal Consorzio Lombardo Produttori Carne Bovina, in collaborazione con Coldiretti Lombardia.

bandiere

MANTOVA - ELEZIONI: COLDIRETTI INCONTRA CANDIDATI A POLITICHE E REGIONALI

L’agricoltura mantovana si confronta con la politica in vista delle prossime elezioni. E’ accaduto mercoledì sera nella sede di Coldiretti Mantova in Via Pietro Verri, 33, in cui, in una sala gremita di agricoltori dirigenti dell’Associazione, si sono presentati tre candidati alle elezioni Politiche e tre alle Regionali.

Prandini

BRESCIA - LA POLITICA APPOGGIA IL MANIFESTO COLDIRETTI

Dopo gli incontri nazionali e regionali, anche Brescia chiede ai candidati alle elezioni regionali e parlamentari, la firma del manifesto di Coldiretti. Cinque le nostre priorità: etichettatura obbligatoria, istituzione di un ministero ad hoc per il cibo, semplificazione delle pratiche in agricoltura, trasparenza sulle importazioni e norme rigorose contro i reati agroalimentari.

STOP CIBO FALSO

VARESE - #STOPCIBOFALSO AL MERCATO DI CAMPAGNA AMICA A MASNAGO

Masnago dice no al cibo falso sulle tavole. A raccontarlo è Coldiretti Varese, impegnata domani mattina, dalle 9 alle 12, al mercato di Campagna Amica di piazzale De Gasperi, per la raccolta di firme #stopalcibofalso. «La mobilitazione popolare — racconta Fernando Fiori, presidente di Coldiretti Varese — è lo strumento col quale chiediamo all’Unione Europea di tutelare l’economia, la salute dei cittadini e difendere le imprese agricole italiane. Basti pensare che sulle nostre tavole un prodotto su quattro non riporta obbligatoriamente l’origine in etichetta».

Beccalossi

CREMONA - ELEZIONI, COLDIRETTI INCONTRA VIVIANA BECCALOSSI

Etichettatura d’origine su tutti i prodotti alimentari; istituzione del Ministero del Cibo; semplificazione per le imprese agricole; via il segreto sulle importazioni; nuova legge sui reati agroalimentari. Sono le cinque proposte del Manifesto politico di Coldiretti in vista delle elezioni del 4 marzo, presentato dal Presidente Paolo Voltini e sottoscritto ieri sera a Cremona da Viviana Beccalossi, candidata alle regionali (a sostegno di Attilio Fontana presidente) ed alle elezioni politiche (in lizza per la Camera).

CARNE

LOMBARDIA - DOMANI 22/2 IL VALORE DELLA CARNE ROSSA AL MUSEO MILLE MIGLIA A BRESCIA

Il valore della carne rossa in una dieta sana ed equilibrata, la trasparenza, la qualità e la sicurezza alimentare lungo tutta la filiera italiana sono al centro dell’incontro organizzato dal Consorzio Lombardo Produttori Carne Bovina, con la collaborazione di Coldiretti Lombardia, che si terrà a Brescia domani giovedì 22 febbraio 2018, alle ore 18.30, presso il Museo Mille Miglia.

STOP CIBO FALSO

LOMBARDIA - CONSUMI, STOP AL CIBO FALSO A TAVOLA: RACCOLTA FIRME NEI MERCATI CAMPAGNA AMICA

Da Milano a Pavia, da Brescia a Sondrio, da Bergamo a Varese: nei mercati di Campagna Amica della Lombardia scatta la raccolta firme sulla petizione #stopcibofalso,per chiedere al Parlamento Europeo che i consumatori abbiano la possibilità di conoscere da dove arriva il cibo che portano in tavola. Si tratta – spiega la Coldiretti regionale – di una mobilitazione popolare nei confronti dell’Unione Europea per fermare il cibo falso e proteggere la salute, tutelare l’economia, bloccare le speculazioni e difendere l’agricoltura italiana. Nel carrello della spesa, infatti, è a rischio “fake” un prodotto alimentare su quattro, che non riporta obbligatoriamente l’origine in etichetta.

Vi segnaliamo

MOSTRA ANTICHE CULTIVAR AGRICOLE LOCALI  E WORKSHOP SULLE CULTIVAR TRADIZIONALI LOCALI ORTIVE 16 SETTEMBRE 2018 (giornata riconosciuta come aggiornamento per operatori fattorie didattiche)


Il prossimo 16 settembre è previsto un workshop  presso l’Aula A, nello storico chiostro di via S. Epifanio, dalle ore 9.30 alle ore 17.30  dal titolo: "Le cultivar locali tradizionali lombarde ortive (tra cui zucche, cipolle, fagioli, meloni, angurie)".
Durante l'iniziativa è prevista la visita guidata alla mostra di antiche cultivar, uno show cooking e ka visita alla Banca del Germoplasma vegetale dell’Università di Pavia, che si occupa della conservazione dei semi delle cultivar tradizionali per le generazioni a venire.
Questo evento è rivolto sia agli agricoltori e agli altri operatori del settore, sia al pubblico generico dei consumatori, interessato alla conservazione delle cultivar tradizionali lombarde e al loro utilizzo in ambito alimentare.
La manifestazione è abbinata al 3° Workshop informativo per "agricoltori custodi". Il progetto "Buone pratiche per il recupero, la coltivazione e la valorizzazione di cultivar locali tradizionali lombarde (REliVE-L)", cofinanziato dall'operazione 1.2.01 del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Lombardia e di cui Terranostra Lombardia, l'associazione per l'agriturismo promossa da Coldiretti, è sostenitrice.


La giornata è riconosciuta come ore di aggiornamento per gli operatori di Fattoria Didattica.
Necessaria prenotazione
Programma 16 settembre 2018 (clicca qui)
Scheda di partecipazione (clicca qui)
Per maggiori informazioni su CreditAgriItalia e sui servizi offerti:www.creditagri.com

CAF COLDIRETTI IN LOMBARDIA:
SERVIZI FISCALI DA 730 A ISEE
Contatta una delle nostre sedi


730 - REDDITI - IMU - TASI - RED - INVCIV - ISEE
E ALTRI SERVIZI FISCALI


Contatta una delle nostre sedi per tutte le tue esigenze.

Coldiretti Milano, Lodi, Monza e Brianza
- Milano, via Fabio Filzi 25 e via Ripamonti 66: telefono 02.58.29.87.30 -763
- Abbiategrasso, viale Sforza 62: telefono 02.58.29.85.00
- Cuggiono, viale Roma 2: telefono 02.58.29.85.40
- Codogno, via Carducci: telefono 02.58.29.85.20
- Lodi, via Haussmann, 11/1: telefono 02.58.29.85.70
- Melzo, via C. Colombo 10: telefono 02.58.29.88.20
- Melegnano, via John Lennon, 15: telefono 02.58.29.88.01
- Concorezzo, via Remo Brambilla 23: telefono 02.58.29.88.57

Coldiretti Bergamo
- Bergamo, via Mangili 21: telefono 035.45.24.011
- Bergamo, via Borgo Palazzo 169: telefono 035.45.24.170
- Clusone, via San Vincenzo de Paoli, 10: telefono 035.45.24.800
- Ponte San Pietro, via Vittorio Emanuele II 60: telefono 035.45.24.190
- Romano di Lombardia, via del Commercio 30: telefono 035.45.24.840
- Sarnico, via del Cerro 8: telefono 035.45.24.820
- Treviglio, via XXIV maggio, 30/A: telefono 035.45.24.860
- Zogno, via Ruggeri 12: telefono 035.42.24.880

Coldiretti Brescia
- Brescia, via San Zeno 69: telefono 030.24.57.511
- Brescia, via Cefalonia 56: telefono 030.24.57.579
- Breno, via Tassara 19/a: telefono 030.24.57.613
- Chiari, vicolo Pace 5: telefono 030.24.57.699
- Iseo, via Ninfea 44: telefono 030.24.57.638
- Leno, via Tonolini 14 int 1: telefono030.24.57.660
- Lonato, via M. Cerutti 11: telefono 030.24.57.858
- Montichiari, piazza Paolo VI: telefono 030.24.57.829
- Orzinuovi, via Colombo 11: telefono 030.24.57.733
- Rovato, via Macina 1: telefono 030.24.57.669
- Salò, via Golgi 4 frazione Cunettone: 030.24.57.884
- Verolanuova, via Semenza 37: telefono 030.24.57.752
- Vestone: via IV Novembre 11/a: telefono 030.24.57.889

DISTRIBUZUIONE EFFLUENTI E APPORTI AZOTATI
stagione autunno-vernina 2017-2018 - Bollettino Nitrati


DIVIETI TEMPORALI ZONE VULNERABILI E ZONE NON VULNERABILI

1.       Dal 1 novembre a fine febbraio (120 giorni): per il liquami e materiali ad essi assimilati; per le acque reflue; per i fanghi derivati da trattamenti di depurazione di cui al decreto legislativo 99/1992, nei terreni destinati a colture diverse da:
  • presenza di prati e/o cereali autunno vernini e/o colture ortive e/o, arboree con inerbimenti permanenti;
  • terreni con residui colturali;
  • preparazione dei terreni ai fini della semina primaverile anticipata o autunnale posticipata
  • §  colture che utilizzano l'azoto in misura significativa anche nella stagione autunno-invernale, come per esempio le colture ortofloricole e vivaistiche protette o in pieno campo.
  • per le deiezioni degli avicunicoli essiccate con processo rapido a tenori di sostanza secca superiore la 65%.

2.       Dal 1 novembre al 31 gennaio per le aziende che hanno fatto richiesto di deroga, la distribuzione nel mese di febbraio è subordinata al bollettino agro-metereologico predisposto dalla Regione Lombardia nel rispetto del completamento dell’ultimo giorno di divieto definito per la zona pedoclimatica di appartenenza.

3.       Dal 1 dicembre al 31 gennaio periodo fisso 62 giorni + periodo flessibile di 28 giorni nel mese di novembre e/o febbraio nel rispetto delle indicazioni riportate sul bollettino agro-metereologico predisposto dalla Regione Lombardia:
·         per i fertilizzanti azotati e gli ammendanti organici di cui al d.lgs. 75/2010;
·         per i letami, e materiali assimilati, diversi da quello bovino e bufalino, ovicaprino e di equidi, quando utilizzato su pascoli e prati permanenti o avvicendati ed in pre-impianto di colture orticole;;
·         per il liquami e materiali ad essi assimilati, per le acque reflue, e per i fanghi derivati da trattamenti di depurazione di cui al decreto legislativo 99/1992,per le aziende con ordinamenti colturali che prevedono almeno una delle seguenti opzioni:
  • presenza di prati e/o cereali autunno vernini e/o colture ortive e/o, arboree con inerbimenti permanenti;
  • terreni con residui colturali;
  • preparazione dei terreni ai fini della semina primaverile anticipata o autunnale posticipata
  • colture che utilizzano l'azoto in misura significativa anche nella stagione autunno-invernale, come per esempio le colture ortofloricole e vivaistiche protette o in pieno campo.

4.       Dal 15 dicembre al 15 gennaio (32 giorni) per il letame bovino e bufalino, ovicaprino e di equidi, quando utilizzato su pascoli e prati permanenti o avvicendati ed in pre-impianto di colture orticole;

Resta fermo il divieto sui terreni gelati, innevati, con falda acquifera affioranete, con frane in atto e su terreni saturi di acqua, nei giorni di pioggi e nei giorni immediatamente successivi al fine di evitare il percolamento in falda e il costipamento del terreno.

Bollettino Nitrati
Dal 31 ottobre riprende l’emissione del Bollettino Nitrati per la stagione autunno-vernina 2017-2018.
Il bollettino verrà emesso due volte a settimana al lunedì con validità per le successive giornate di martedì, mercoledì e giovedì e al giovedì con validità per le giornate di venerdì, sabato, domenica e lunedì.
Il Bollettino Nitrati regola in maniera vincolante nei mesi di novembre e febbraio su tutto il territorio della Lombardia i divieti temporali di distribuzione di letami, liquami e materiali assimilati, fanghi, acque reflue e altri fertilizzanti organici e azotati.
Il bollettino, come l’anno scorso, sarà emesso sino all'esaurimento dei 90 giorni di blocco delle distribuzioni per la stagione autunno-vernina 2017-2018 per le 6 Zone Pedoclimatiche.
1.       Alpi comprendente la provincia di Sondrio;
2.       Prealpi occidentali comprendente le province di Varese, Como, Lecco, Monza-Brianza;
3.       Prealpi orientali comprendente i comuni montuosi delle province di Bergamo e Brescia;
4.       Pianura occidentale comprendente le province di Milano, Pavia, Lodi;
5.       Pianura centrale comprendente i comuni di pianura delle province di Bergamo e Brescia e la provincia di Cremona;
6.       Pianura orientale comprendente la provincia di Mantova.
Si ricorda che dal 1° ottobre 2017 al 31 marzo 2018, in seguito all'approvazione dell'Accordo Aria, vige il divieto di spandimento dei liquami zootecnici così come definiti dal comma b.6. - DGR n. 7095 18 settembre 2017 sui terreni localizzati nei comuni ove siano in vigore le misure temporanee di 1° e 2° livello  istituite ai fini del miglioramento della qualità dell'aria; Elenco dei comuni per Zona Pedoclimatica e adesione Accordo Aria - PM10.
·         Se la zona pedoclimatica è verde ma nei comuni che aderiscono all'Accordo Aria sono in vigore le misure di 1° e 2° livello (in entrambi i casi divieto di distribuzione "liquami zootecnici") il simbolo di Attenzione  (!) apposto sulla zona pedoclimatica e sulla tabella  del bollettino segnalerà la necessità di verificare ulteriormente la situazione nel comune di interesse.
·         Se la zona pedoclimatica è verde senza simboli, non vi sono limitazioni alle distribuzioni.
·         Se la zona pedoclimatica è rossa, è vietata la distribuzione in tutti i comuni della zona.

 Il bollettino è consultabile anche tramite app dedicata a dispositivi mobili Android e iOS.

31_10_2017
02_11_2017
06_11_2017
09_11_2017
13_11_2017
16_11_2017

27 GIUGNO 2018 Speciale seminario coltivazione zafferano presso Università della Montagna Edolo (BS) o via streaming


 27 GIUGNO 2018 Speciale seminario coltivazione zafferano

L'iniziativa fa parte delle attività del progetto "Buone pratiche per il recupero, la coltivazione e la valorizzazione di cultivar locali tradizionali lombarde (REliVE-L)”, cofinanziato dall'operazione 1.2.01 "Informazione e progetti dimostrativi" del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Lombardia, di cui il Dipartimento di Scienze della Terra e dell'Ambiente dell'Università di Pavia è capofila.
Questo progetto prevede una serie di incontri informativi rivolti principalmente agli agricoltori interessati a diventare "agricoltori custodi" o già produttori di cultivar tradizionali ritrovate.

Gli incontri si svolgono presso la sede dell'Università della Montagna di Edolo (BS) via Morino 8 - AULA MAGNA - oppure possono essere seguiti anche in streaming direttamente dal proprio PC, previa registrazione, l’attestato sarà rilasciato per gli operatori didattici dall’università solo verificando l’effettiva partecipazione.

27 giugno 2018 ore 10.00 CARATTERISTICHE BOTANICHE, AGRONOMICO-PRODUTTIVE E QUALITATIVE
Verranno affrontati gli aspetti legati alla biologia dello zafferano e alle buone pratiche a cui gli agricoltori devono attenersi per coltivare la pianta e produrre una spezia di elevata qualità.
Durante il seminario verranno trattati anche aspetti legati alla produzione mondiale di zafferano, alle proprietà salutistiche e alla valutazione della qualità della spezia (con particolare riferimento alla ISO 3632 1,2:2010-2011).
Scarica la locandina - modalità registrazione via streaming

27 giugno 2018 ore 15.00 ZAFFERANO: ASPETTI SANITARI, LEGALI ED ETICHETTATURA DEL PRODOTTO
Verranno messe in luce le buone pratiche e gli obblighi che hanno le piccole/medie aziende agricole che coltivano zafferano (Crocus sativus L.) per quanto concerne la trasformazione del loro prodotto.
Oltre a trattare gli aspetti legati alle normative vigenti sia nel contesto nazionale che internazionale, verranno descritte le principali metodologie e procedure che consentono ai piccoli produttori di zafferano di lavorare garantendo un adeguato li-vello di sicurezza igienico-sanitaria del prodotto.
Sarà posta particolare attenzione al manuale di autocontrollo HACCP. Si affronterà inoltre la tematica dell’etichettatura analizzando le disposizioni del Regolamento UE 1169/2011.

Scarica la locandina - modalità registrazione via streaming

CORSO FATTORIE DIDATTICHE 2018


Essere una fattoria didattica significa poter offrire una proposta innovativa a scuole e non solo, il trasferimento di conoscenze agricole, insegnando la provenienza dei cibi, l’importanza dell’ambiente e le tradizioni del territorio.

La formazione dell’Operatore di Fattoria Didattica è una qualifica valida e riconosciuta esclusivamente all’interno del circuito di Regione Lombardia delle Fattorie Didattiche.
La qualifica consente di poter accreditare la propria azienda agricola al circuito delle Fattorie Didattiche della Regione Lombardia impegnandosi volontariamente a sottoscrivere la “Carta della Qualità”.
Nell'ambito dell'attività didattica sono previste due figure:
A) Operatore TITOLARE di fattoria didattica, (figura obbligatoria) in possesso dei seguenti requisiti:
- imprenditore agricolo, di cui all’art. 2135 del Codice Civile;
- avere 18 anni
- posizione di titolare, contitolare o coadiuvante familiare dell’azienda agricola, nel caso di società, legale rappresentante;
L'ottenimento della qualifica prevede la frequenza di un corso di 90 ore. Il corso è suddiviso in due moduli:
1)      40 ore corso operatore agriturismo
2)      50 ore modulo specifico didattico
E' possibile accedere al modulo 2 di 50 ore qualora si è già in possesso della qualifica di operatore agrituristico.

B) Operatore DI SUPPORTO di fattoria didattica,
in possesso dei seguenti requisiti:
- avere 18 anni;

L’azienda può essere accreditata al circuito fattorie didattiche della Regione Lombardia SOLO dalla qualifica di operatore TITOLARE fattoria didattica legata alla figura del titolare, contitolare o coadiuvante familiare dell’azienda agricola o legale rappresentante in caso di società che ha frequentato il corso completo di 90 ore (40 ore agriturismo + 50 ore specifiche sulla didattica)

Il Corso fornisce la conoscenza di base per valutare la fattibilità del servizio didattico nell’azienda agricola per poter rientrare nel circuito Fattorie Didattiche accreditato.
Sono previsti incontri in aula presso la sede Regionale Coldiretti Lombardia (via Filzi 27 Milano – zona stazione centrale a 5 minuti a piedi dalla stazione treni) e  incontri fuori sede, presso aziende Fattorie Didattiche accreditate.

PROGRAMMAZIONE 2018 - MODULO 2 - 50 ORE

OTTOBRE 2018
GENNAIO 2019
Per ottemperare al modulo 1 - prima edizione utile settembre 2018 - novembre 2018

Per richiedere informazioni scrivere a: terranostra.lombardia@coldiretti.it








La formazione dell’Operatore di Fattoria Didattica è una qualifica valida e riconosciuta esclusivamente all’interno del circuito di Regione Lombardia delle Fattorie Didattiche.
La qualifica consente di poter accreditare la propria azienda agricola o l’azienda agricola in cui si è inseriti come coadiuvanti/dipendenti  e di  entrare a far parte del Circuito delle Fattorie che prevede una serie di impegni dettati dalla “Carta della Qualità” e sottoscritti al momento dell’accredito.
Il corso obbligatorio è della durata di 90 ore.
L’azienda agricola che può svolgere l’attività didattica è un’azienda agricola esistente, attiva e produttiva che sceglie di integrare con l’attività didattica l’attività produttiva che è e rimane quella principale e prevalente dell’azienda.
Il Corso fornisce le conoscenza di base per valutare la fattibilità del servizio didattico nell’azienda agricola per poter rientrare nel circuito Fattorie Didattiche accreditato.
Essere una fattoria didattica significa poter offrire una proposta innovativa a scuole e non solo, il trasferimento di conoscenze agricole, tradizione e come la Fattoria diventa il luogo dell’apprendere facendo insegnando la provenienza dei cibi, l’importanza dell’ambiente e le tradizioni del territorio.
Edizioni previste

PROSSIMA EDIZIONE SETTEMBRE 2017
Se interessati inviare una mail a terranostra.lombardia@coldiretti.it oppure telefonare 0258298722 0258298889 dott.ssa Valeria Sonvico




Calendario autunno 2018 incontri e visite in campo per aziende- ore riconosciute come aggiornamento Fattoria Didattica


Calendario 2018 incontri e visite in campo per aziende
Gli incontri/visite in campo sono stati programmati nell’ambito dell’attività di Terranostra-Coldiretti al fine di fornire momenti di approfondimento e di crescita nel settore della multifunzionalità e non solo. In particolare si ritiene importante dare nuovi stimoli e nuova creatività non solo alle aziende che da poco si sono avvicinate a nuovi servizi, ma anche alle aziende che ormai da anni sono consolidate e riconosciute sul territorio per migliorare la loro offerta al pubblico.
A CHI SONO RIVOLTI: aziende agricole e aziende agrituristiche. In particolare gli incontri/visite in campo sono validi come ore di aggiornamento per gli operatori di Fattoria Didattica, ricordando che ogni operatore  Fattoria Didattica abilitato è tenuto  ad un aggiornamento obbligatorio annuale pari a:
·         16 ore di aggiornamento nel corso dell’anno solare per i primi 3 anni di attività
o   Dall’anno successivo alla scia per il titolare
o   Dall’anno successivo alla frequenza del corso per l’operatore di supporto;
·         8 ore di aggiornamento nel corso dell’anno solare dopo 3 anni di attività;

SCHEDA DI ADESIONE: per partecipare è necessario inviare la scheda di adesione (una scheda per ogni persona che partecipa) via fax 02.58298899/02.58303549 o via mail a terranostra.lombardia@coldiretti.it Per motivi organizzativi attendere dalla segreteria una mail di conferma di iscrizione alla giornata/e scelte.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: nel calendario viene dettagliata la quota di partecipazione di ciascuna giornata (Per i familiari e/o i dipendenti/collaboratori del titolare di un’azienda Terranostra/Coldiretti si applicano le quote agevolate corrispettive come Terranostra/ Coldiretti.) Per alcune attività SOLO per i SOCI TERRANOSTRA dal secondo partecipante della medesima azienda  è prevista una quota ridotta.

MODALITA’ DI PAGAMENTO: la quota deve essere versata entro i termini previsti nella scheda tramite bonifico bancario a Terranostra Lombardia  Banca Popolare di Lodi, Agenzia 13, via Volturno 44, Milano IBAN IT75 K  05034 01623 000000 126 995 Indicare nella causale “data incontro/i seguito dal nominativo/i del partecipante” In caso di mancata partecipazione la quota non viene restituita. La quota non è riconosciuta ai fini delle detrazioni fiscali.

PARTECIPANTI: le giornate sono attivate raggiungendo il numero minimo di 10 partecipanti, verrà data comunicazione nel caso in cui la giornata venga annullata per mancanza di coperture delle spese di docenza. In tale caso si restituisce quanto versato.  Nel caso in cui dovessero verificarsi partecipanti in lista di attesa si valuterà la ripetizione della giornata/e.

ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE: verrà rilasciato l’attestato quale dimostrazione della frequenza alla giornata di aggiornamento.

Vitto e spostamenti in azienda sono a carico del singolo partecipante e non considerati nella quota indicata.

INCONTRI IN AULA: via Fabio Filzi, 27  MILANO PIANO 10 – zona stazione centrale 5 minuti a piedi da MM2/ MM3/ stazione treni


Calendario iniziative 2018
Scheda di adesione 2018

CORSO AGRITURISMO 2018



L'operatore agrituristico, chi è e come si forma
La qualifica di operatore agrituristico è valida e riconosciuta esclusivamente all’interno del territorio regionale lombardo. La qualifica consente di poter iniziare l'iter procedurale presso l'Autorità competente relativo all'autorizzazione dei servizi che si intendono offrire (somministrazione pasti, degustazioni, alloggio, ecc)
Il corso deve essere frequentato dal titolare o contitolare d'azienda, coadiuvanti familiare, legale rappresentante in caso di srl. Eventuali dipendenti se l'agriturismo è già attivo possono iscriversi, diversamente potranno frequentare il corso in accompagnamento alla figura del titolare, contitolare, coadiuvante, legale rappresentante.
Il corso obbligatorio è della durata di 40 ore.
Il corso è propedeutico per intraprendere eventualmente successivamente il corso specifico Fattoria Didattica.
L’azienda agricola che può svolgere l’attività agrituristica è un’azienda agricola esistente, attiva e produttiva che sceglie di integrare con i servizi agrituristici l’attività produttiva, che è e rimane quella principale e prevalente dell’azienda. Il Corso fornisce le conoscenza di base per valutare la fattibilità del percorso agrituristico sia a livello tecnico normativo e fiscale. 

Prossima edizione del corso: 
SETTEMBRE 2018 (completa)
NOVEMBRE 2018

Per eventuali informazioni: scrivere a: terranostra.lombardia@coldiretti.it o rivolgersi agli uffici provinciali Coldiretti

TESSERAMENTO TERRANOSTRA 2018 perché scegliere di essere Agriturismo Terranostra


Stiamo già pensando al 2018!
Essere agriturismo di Terranostra significa far parte della rete degli Agriturismi di Campagna Amica, quindi non solo il beneficio di usufruire di vantaggi promozionali, ma di essere all’interno del progetto di Coldiretti per la tutela del vero Made in Italy, riconoscendosi agli occhi del pubblico con il marchio Agriturismo di Campagna Amica.
L’operazione di accredito o verifica del mantenimento nella rete per chi rinnova l’adesione è la procedura annuale svolta dalle segreterie provinciali Terranostra.
COSA FARE
· Contattare la segreteria Terranostra provinciale
· Sottoscrivere il modulo di accredito “Agriturismo di Campagna Amica” e relativi allegati/documenti;
· Sottoscrivere la Carta dell’Accoglienza di Terranostra
· Versare pagamento della quota annuale Terranostra;

L'attività del 2017 e tanto altro ancora.
PRESENTAZIONE ATTIVITA' 2017

COLDIRETTI, CONSULENZA VITIVINICOLA PER IMPRESE


Coldiretti propone un servizio di consulenza personalizzato per le imprese operanti nel settore vitivinicolo. Nella locandina qui sotto la sintesi dei principali servizi. Per informazioni e contatti scrivere a una mail all'indirizzo lombardia@coldiretti.it

Area Riservata: