Federazione Coldiretti Lombardia

Visita il sito Coldiretti Nazionale: www.coldiretti.it

Ricerca nel sito:

Ricerca avanzata

In evidenza 

 

Il Punto Coldiretti, giornale di informazione per le imprese del settore agroalimentare

News dal Territorio:

Sottoscrivi il feed delle news

COMO, LECCO - NUOVA GRANDINATA NELLA BASSA, SULLE ALTURE TAGLIO FIENO A RISCHIO

Nuova grandinata, nel tardo pomeriggio di ieri, nel Comasco e nella Bassa brianzola. E’ l’ennesimo colpo di coda delle repentine inversioni termiche che si abbattono sulle campagne e sull’agricoltura, in una primavera caratterizzata dall’incertezza. E che continua a provocare danni all’agricoltura lariana.

COMO, LECCO - CINGHIALI: SERVONO SOLUZIONI, INTERE AREE A RISCHIO ABBANDONO

I cinghiali non si sono fermati nemmeno in inverno: hanno continuato a distruggere i cereali autunno vernini e devastato i campi a fieno, con danni che in alcuni casi, nelle due province lariane, toccano la metà dell’ettarato aziendale. “Una situazione insostenibile, in ampie aree l’agricoltura rischia di scomparire perché le imprese non sono più messe nelle condizioni di poter lavorare” ribadisce Coldiretti Como Lecco che si schiera a fianco dei produttori, mai così preoccupati alla vigilia di un periodo di semine che – quanto a invasione di ungulati e selvatici – si annuncia ancora una volta da bollettino di guerra.

VARESE - SELVATICI, TIMORI PER LE SEMINE

Arriva il tempo delle semine e gli imprenditori agricoli sono in allarme, nel Varesotto, per il ritorno dei cinghiali, dopo un ‘annus horribilis’, il 2017, che ha registrato danni ingentissimi da un capo all’altro della provincia prealpina.

BERGAMO - SELVATICI, IL MONDO AGRICOLO NON PUO' ATTENDERE OLTRE

Anche noi, come il presidente di Coldiretti Lombardia Ettore Prandini, accogliamo positivamente l’iniziativa dell’assessore Fabio Rolfi di attivare in Regione Lombardia un tavolo sulla gestione del cinghiale. Lo afferma Coldiretti Bergamo nell’evidenziare che i danni da fauna selvatica continuano ad essere un problema molto grave per l’agricoltura bergamasca.

LOMBARDIA - SELVATICI, PRANDINI: AGIRE PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

“La situazione è fuori controllo, così non si può andare avanti. Bisogna intervenire prima che sia troppo tardi per una gestione corretta ed efficace: la politica deve farsi carico una volta per tutte del problema e affrontare con responsabilità la situazione". Così Ettore Prandini, Presidente di Coldiretti Lombardia, torna sulla questione della fauna selvatica, commentando positivamente il tavolo sulla gestione del cinghiale attivato in Regione Lombardia dall’assessore Fabio Rolfi, che ha anche richiesto una modifica delle norme sul contenimento dei selvatici a livello nazionale.

BRESCIA - TERRANOSTRA, TIZIANA PORTERI PRESIDENTE

Si è svolta presso la sede di Coldiretti Brescia l’assemblea elettiva dell’Associazione Terranostra Brescia che ha visto il rinnovo della Presidente provinciale per il prossimo mandato. E’ Tiziana Porteri, giovane imprenditrice agrituristica di Bedizzole che guiderà il gruppo per i prossimi cinque anni.

BERGAMO - ALBERTO BRIVIO CONFERMATO PRESIDENTE COLDIRETTI BERGAMO

Alberto Brivio è stato confermato all’unanimità presidente di Coldiretti Bergamo. 50 anni, orticoltore di Bergamo, ricoprirà il prestigioso incarico per il prossimo quinquennio. L’elezione è avvenuta nel corso dell’assemblea dei presidenti di sezione che si è tenuta ieri sera, presso l’agriturismo S. Alessandro ad Albano S. Alessandro, con la partecipazione dell’assessore regionale all’agricoltura, alimentazione e sistemi verdi Fabio Rolfi, del presidente di Coldiretti Lombardia Ettore Prandini e del consigliere regionale Giovanni Malanchini.

BRESCIA - IL MALTEMPO TAGLIA LE ALI ALLE API: -40% MIELE

Fino al 50% in meno nella produzione delle prime varietà di miele, dall’acacia al tarassaco. È quanto emerge da un monitoraggio della Coldiretti Lombardia sugli effetti del maltempo nelle campagne. A Brescia la perdita si assesta attorno al 40 %, con un calo del 30% nelle zone collinari.

VARESE - MIELE, FREDDO E PIOGGIA LASCIANO LE API NELLE ARNIE

“Presto per fare un bilancio, ma la situazione non è positiva e, certamente, si avranno significative flessioni rispetto ai dati medi di raccolta del miele”. I produttori della provincia di Varese aspettano ancora a tirare le somme di una stagione incerta ma, riguardo alla raccolta del miele di acacia (uno dei più remunerativi sul territorio, alla base della Dop Miele Varesino) sono concordi nel definire tutt’altro che incoraggiante le prospettive della stagione in corso, fortemente condizionata dalle elevate escursioni termiche.

COMO, LECCO - MIELE, STAGIONE IN TILT

Una serie negativa che si protrae da oltre tre anni e che, purtroppo, distinguerà anche il 2018. Per la raccolta del miele d’acacia, uno dei più remunerativi per gli apicoltori delle due province lariane, anche il 2018 si conferma un anno difficile, con un’alternanza climatica che non favorisce – ma, anzi, ostacola - lo sviluppo delle ‘famiglie’ di api, che escono a stento dalle loro arnie e, quindi, non riescono a produrre

LOMBARDIA - MALTEMPO, API IN TILT PER FREDDO E PIOGGIA: PERSO FINO A 50% MIELE

Fino al 50% in meno nella produzione delle prime varietà di miele, dall’acacia al tarassaco. È quanto emerge da un monitoraggio della Coldiretti Lombardia sugli effetti del maltempo nelle campagne. Le bizze del meteo – spiega la Coldiretti –, con violente precipitazioni e sbalzi termici improvvisi, stanno mandando in tilt le api costrette a lavorare a singhiozzo.

LOMBARDIA - FESTA MAMMA, A MILANO I PRIMI BOUQUET DELL'ORTO

Per la festa della mamma arrivano per la prima volta a Milano i “bouquet dell’orto”, composizioni a base di frutta e verdura di stagione per un regalo alternativo. L’appuntamento – spiega la Coldiretti Lombardia - è in piazza Castello, nel mercato di Campagna Amica in occasione di Milano Food City.

LOMBARDIA - CONSUMI, 250 BANDIERE DEL GUSTO IN LOMBARDIA

Dal Matusc all’asparago rosa, dalla patata viola di Campodolcino alla farina di grano saraceno, in Lombardia sono 250 le bandiere del gusto, cioè quei prodotti agroalimentari ottenuti secondo regole tradizionali consolidate da almeno 25 anni. È quanto afferma la Coldiretti regionale in occasione degli show cooking dei cuochi contadini di Campagna Amica a Milano Food City, nell’anno del cibo italiano nel mondo.

CREMONA - ANCHE I SOCI CAFRI SCELGONO COLDIRETI

L'assemblea della cooperativa CAFRI che si è svolta ieri sera, alle ore 17 presso la Cascina Campo di Ferro a Polengo di Casalbuttano, ha decretato l'ennesimo risultato utile per Coldiretti Cremona a discapito della Libera Agricoltori.

LOMBARDIA - DOMENICA 13/5 A MILANO I "BOUQUET DEL GUSTO"

In occasione della festa della mamma arrivano per la prima volta a Milano Food City i “bouquet del gusto”, composizioni a base di frutta e verdura di stagione e a Km zero realizzate in diretta dal gruppo Donne Impresa di Coldiretti Milano, Lodi e Monza Brianza per un regalo bello e al tempo stesso gustoso. L’appuntamento è per domani, domenica 13 maggio, dalle ore 9.30 alle 13, in piazza Castello nel capoluogo lombardo

LOMBARDIA - SABATO 12/5 A MILANO LA TRADIZIONE CONTADINA NEL PIATTO CON GLI AGRICHEF COLDIRETTI

Nell’anno del cibo italiano nel mondo i prodotti della tradizione agricola lombarda sbarcano nel capoluogo regionale, protagonisti delle ricette dei cuochi contadini di Campagna Amica in occasione di Milano Food City. L’appuntamento è per domani, sabato 12 maggio, dalle ore 9.30 alle 13.30, in piazza Castello.

BERGAMO - CON CAMPAGNA AMICA I PRODOTTI DEL TERRITORIO TORNANO SUL SENTIERONE

Nuovo appuntamento con il Mercato di Campagna Amica sul Sentierone a Bergamo. Domenica 13 maggio, dalle 9,00 alle 18,00, le aziende agricole del territorio proporranno, negli ormai caratteristici “gazebo gialli”, le produzioni agricole a km zero.

VARESE - DALLA VALCUVIA AL TICINO: FORMAGGI DI CAPRA AL MERCATO CAMPAGNA AMICA

Dopo il successo del vernissage inaugurale, il Mercato di Campagna Amica di Sesto Calende torna domani, sabato 12 maggio, con un’altra importante novità: si tratta della “degustazione guidata di formaggi freschi caprini della Valcuvia” a cura dell’azienda CapriValcuvia (Rancio Valcuvia), affiliata a Campagna Amica, in collaborazione con il Panificio di via Mercato.

LOMBARDIA - FESTA DELLE SCUOLE A MILANO FOOD CITY, IN LOMBARDIA IN 400 MILA A LEZIONE DI CIBO

Sono circa 400 mila i bambini che ogni anno in Lombardia partecipano alle lezioni sul cibo e sui segreti della vita in campagna prendendo parte ai progetti di educazione alimentare in classe, come quelli di Coldiretti, e alle giornate organizzate in una delle oltre 200 fattorie didattiche attive sul territorio regionale. È quanto stima la Coldiretti Lombardia in occasione della festa delle scuole a Palazzo Turati per Milano Food City, con il coinvolgimento di circa trecento bambini di elementari, medie e i rispettivi insegnanti.

VARESE - L'AGRICOLTURA PREALPINA A MILANO FOOD CITY

Da Varese a Milano. Per tre giorni, a partire da oggi, l’agricoltura prealpina è tra i protagonisti del ‘mercato di Campagna Amica’ in piazza Castello a Milano, in occasione di Milano Food City. Un fine settimana che si apre all’insegna della didattica: a meno di un mese dalla fine delle lezioni, per la prima volta a Milano Food City i bambini delle scuole sono protagonisti nel cuore della città, con la festa conclusiva del progetto di educazione alimentare della Coldiretti di Milano, Lodi, Monza e Brianza promosso in diversi istituti della città metropolitana e della provincia di Monza e Brianza.

Vi segnaliamo

Per maggiori informazioni su CreditAgriItalia e sui servizi offerti:www.creditagri.com

CAF COLDIRETTI IN LOMBARDIA:
SERVIZI FISCALI DA 730 A ISEE
Contatta una delle nostre sedi


730 - REDDITI - IMU - TASI - RED - INVCIV - ISEE
E ALTRI SERVIZI FISCALI


Contatta una delle nostre sedi per tutte le tue esigenze.

Coldiretti Milano, Lodi, Monza e Brianza
- Milano, via Fabio Filzi 25 e via Ripamonti 66: telefono 02.58.29.87.30 -763
- Abbiategrasso, viale Sforza 62: telefono 02.58.29.85.00
- Cuggiono, viale Roma 2: telefono 02.58.29.85.40
- Codogno, via Carducci: telefono 02.58.29.85.20
- Lodi, via Haussmann, 11/1: telefono 02.58.29.85.70
- Melzo, via C. Colombo 10: telefono 02.58.29.88.20
- Melegnano, via John Lennon, 15: telefono 02.58.29.88.01
- Concorezzo, via Remo Brambilla 23: telefono 02.58.29.88.57

Coldiretti Bergamo
- Bergamo, via Mangili 21: telefono 035.45.24.011
- Bergamo, via Borgo Palazzo 169: telefono 035.45.24.170
- Clusone, via San Vincenzo de Paoli, 10: telefono 035.45.24.800
- Ponte San Pietro, via Vittorio Emanuele II 60: telefono 035.45.24.190
- Romano di Lombardia, via del Commercio 30: telefono 035.45.24.840
- Sarnico, via del Cerro 8: telefono 035.45.24.820
- Treviglio, via XXIV maggio, 30/A: telefono 035.45.24.860
- Zogno, via Ruggeri 12: telefono 035.42.24.880

Coldiretti Brescia
- Brescia, via San Zeno 69: telefono 030.24.57.511
- Brescia, via Cefalonia 56: telefono 030.24.57.579
- Breno, via Tassara 19/a: telefono 030.24.57.613
- Chiari, vicolo Pace 5: telefono 030.24.57.699
- Iseo, via Ninfea 44: telefono 030.24.57.638
- Leno, via Tonolini 14 int 1: telefono030.24.57.660
- Lonato, via M. Cerutti 11: telefono 030.24.57.858
- Montichiari, piazza Paolo VI: telefono 030.24.57.829
- Orzinuovi, via Colombo 11: telefono 030.24.57.733
- Rovato, via Macina 1: telefono 030.24.57.669
- Salò, via Golgi 4 frazione Cunettone: 030.24.57.884
- Verolanuova, via Semenza 37: telefono 030.24.57.752
- Vestone: via IV Novembre 11/a: telefono 030.24.57.889

VISITA GUIDATA ALLE AZIENDE CON ANTICHE CULTIVAR AGRICOLE LOCALI 17 OTTOBRE 2018 (giornata riconosciuta come aggiornamento per operatori fattorie didattiche)


Il prossimo 17 OTTOBRE è prevista una visita in campo in val Chiavenna presso alcune aziende che sono già "agricoltori custodi" .
Questo evento è rivolto sia agli agricoltori e agli altri operatori del settore, sia al pubblico generico dei consumatori, interessato alla conservazione delle cultivar tradizionali lombarde e al loro utilizzo in ambito alimentare.
L'iniziativa è cofinanziata dall'operazione 1.2.01 del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Lombardia e di cui Terranostra Lombardia, l'associazione per l'agriturismo promossa da Coldiretti, è sostenitrice.
La giornata è riconosciuta come ore di aggiornamento per gli operatori di Fattoria Didattica.
Necessaria prenotazione.
40 posti disponibili
Programma e scheda di partecipazione 17 ottobre 2018 (clicca qui)

DISTRIBUZUIONE EFFLUENTI E APPORTI AZOTATI
stagione autunno-vernina 2017-2018 - Bollettino Nitrati


DIVIETI TEMPORALI ZONE VULNERABILI E ZONE NON VULNERABILI

1.       Dal 1 novembre a fine febbraio (120 giorni): per il liquami e materiali ad essi assimilati; per le acque reflue; per i fanghi derivati da trattamenti di depurazione di cui al decreto legislativo 99/1992, nei terreni destinati a colture diverse da:
  • presenza di prati e/o cereali autunno vernini e/o colture ortive e/o, arboree con inerbimenti permanenti;
  • terreni con residui colturali;
  • preparazione dei terreni ai fini della semina primaverile anticipata o autunnale posticipata
  • §  colture che utilizzano l'azoto in misura significativa anche nella stagione autunno-invernale, come per esempio le colture ortofloricole e vivaistiche protette o in pieno campo.
  • per le deiezioni degli avicunicoli essiccate con processo rapido a tenori di sostanza secca superiore la 65%.

2.       Dal 1 novembre al 31 gennaio per le aziende che hanno fatto richiesto di deroga, la distribuzione nel mese di febbraio è subordinata al bollettino agro-metereologico predisposto dalla Regione Lombardia nel rispetto del completamento dell’ultimo giorno di divieto definito per la zona pedoclimatica di appartenenza.

3.       Dal 1 dicembre al 31 gennaio periodo fisso 62 giorni + periodo flessibile di 28 giorni nel mese di novembre e/o febbraio nel rispetto delle indicazioni riportate sul bollettino agro-metereologico predisposto dalla Regione Lombardia:
·         per i fertilizzanti azotati e gli ammendanti organici di cui al d.lgs. 75/2010;
·         per i letami, e materiali assimilati, diversi da quello bovino e bufalino, ovicaprino e di equidi, quando utilizzato su pascoli e prati permanenti o avvicendati ed in pre-impianto di colture orticole;;
·         per il liquami e materiali ad essi assimilati, per le acque reflue, e per i fanghi derivati da trattamenti di depurazione di cui al decreto legislativo 99/1992,per le aziende con ordinamenti colturali che prevedono almeno una delle seguenti opzioni:
  • presenza di prati e/o cereali autunno vernini e/o colture ortive e/o, arboree con inerbimenti permanenti;
  • terreni con residui colturali;
  • preparazione dei terreni ai fini della semina primaverile anticipata o autunnale posticipata
  • colture che utilizzano l'azoto in misura significativa anche nella stagione autunno-invernale, come per esempio le colture ortofloricole e vivaistiche protette o in pieno campo.

4.       Dal 15 dicembre al 15 gennaio (32 giorni) per il letame bovino e bufalino, ovicaprino e di equidi, quando utilizzato su pascoli e prati permanenti o avvicendati ed in pre-impianto di colture orticole;

Resta fermo il divieto sui terreni gelati, innevati, con falda acquifera affioranete, con frane in atto e su terreni saturi di acqua, nei giorni di pioggi e nei giorni immediatamente successivi al fine di evitare il percolamento in falda e il costipamento del terreno.

Bollettino Nitrati
Dal 31 ottobre riprende l’emissione del Bollettino Nitrati per la stagione autunno-vernina 2017-2018.
Il bollettino verrà emesso due volte a settimana al lunedì con validità per le successive giornate di martedì, mercoledì e giovedì e al giovedì con validità per le giornate di venerdì, sabato, domenica e lunedì.
Il Bollettino Nitrati regola in maniera vincolante nei mesi di novembre e febbraio su tutto il territorio della Lombardia i divieti temporali di distribuzione di letami, liquami e materiali assimilati, fanghi, acque reflue e altri fertilizzanti organici e azotati.
Il bollettino, come l’anno scorso, sarà emesso sino all'esaurimento dei 90 giorni di blocco delle distribuzioni per la stagione autunno-vernina 2017-2018 per le 6 Zone Pedoclimatiche.
1.       Alpi comprendente la provincia di Sondrio;
2.       Prealpi occidentali comprendente le province di Varese, Como, Lecco, Monza-Brianza;
3.       Prealpi orientali comprendente i comuni montuosi delle province di Bergamo e Brescia;
4.       Pianura occidentale comprendente le province di Milano, Pavia, Lodi;
5.       Pianura centrale comprendente i comuni di pianura delle province di Bergamo e Brescia e la provincia di Cremona;
6.       Pianura orientale comprendente la provincia di Mantova.
Si ricorda che dal 1° ottobre 2017 al 31 marzo 2018, in seguito all'approvazione dell'Accordo Aria, vige il divieto di spandimento dei liquami zootecnici così come definiti dal comma b.6. - DGR n. 7095 18 settembre 2017 sui terreni localizzati nei comuni ove siano in vigore le misure temporanee di 1° e 2° livello  istituite ai fini del miglioramento della qualità dell'aria; Elenco dei comuni per Zona Pedoclimatica e adesione Accordo Aria - PM10.
·         Se la zona pedoclimatica è verde ma nei comuni che aderiscono all'Accordo Aria sono in vigore le misure di 1° e 2° livello (in entrambi i casi divieto di distribuzione "liquami zootecnici") il simbolo di Attenzione  (!) apposto sulla zona pedoclimatica e sulla tabella  del bollettino segnalerà la necessità di verificare ulteriormente la situazione nel comune di interesse.
·         Se la zona pedoclimatica è verde senza simboli, non vi sono limitazioni alle distribuzioni.
·         Se la zona pedoclimatica è rossa, è vietata la distribuzione in tutti i comuni della zona.

 Il bollettino è consultabile anche tramite app dedicata a dispositivi mobili Android e iOS.

31_10_2017
02_11_2017
06_11_2017
09_11_2017
13_11_2017
16_11_2017

CORSO AGRITURISMO 2018



L'operatore agrituristico, chi è e come si forma
La qualifica di operatore agrituristico è valida e riconosciuta esclusivamente all’interno del territorio regionale lombardo. La qualifica consente di poter iniziare l'iter procedurale presso l'Autorità competente relativo all'autorizzazione dei servizi che si intendono offrire (somministrazione pasti, degustazioni, alloggio, ecc)
Il corso deve essere frequentato dal titolare o contitolare d'azienda, coadiuvanti familiare, legale rappresentante in caso di srl. Eventuali dipendenti se l'agriturismo è già attivo possono iscriversi, diversamente potranno frequentare il corso in accompagnamento alla figura del titolare, contitolare, coadiuvante, legale rappresentante.
Il corso obbligatorio è della durata di 40 ore.
Il corso è propedeutico per intraprendere eventualmente successivamente il corso specifico Fattoria Didattica.
L’azienda agricola che può svolgere l’attività agrituristica è un’azienda agricola esistente, attiva e produttiva che sceglie di integrare con i servizi agrituristici l’attività produttiva, che è e rimane quella principale e prevalente dell’azienda. Il Corso fornisce le conoscenza di base per valutare la fattibilità del percorso agrituristico sia a livello tecnico normativo e fiscale. 

Prossima edizione del corso: 
SETTEMBRE 2018 (completa)
NOVEMBRE 2018

Per eventuali informazioni: scrivere a: terranostra.lombardia@coldiretti.it o rivolgersi agli uffici provinciali Coldiretti

TESSERAMENTO TERRANOSTRA 2018 perché scegliere di essere Agriturismo Terranostra


Stiamo già pensando al 2018!
Essere agriturismo di Terranostra significa far parte della rete degli Agriturismi di Campagna Amica, quindi non solo il beneficio di usufruire di vantaggi promozionali, ma di essere all’interno del progetto di Coldiretti per la tutela del vero Made in Italy, riconoscendosi agli occhi del pubblico con il marchio Agriturismo di Campagna Amica.
L’operazione di accredito o verifica del mantenimento nella rete per chi rinnova l’adesione è la procedura annuale svolta dalle segreterie provinciali Terranostra.
COSA FARE
· Contattare la segreteria Terranostra provinciale
· Sottoscrivere il modulo di accredito “Agriturismo di Campagna Amica” e relativi allegati/documenti;
· Sottoscrivere la Carta dell’Accoglienza di Terranostra
· Versare pagamento della quota annuale Terranostra;

L'attività del 2017 e tanto altro ancora.
PRESENTAZIONE ATTIVITA' 2017

COLDIRETTI, CONSULENZA VITIVINICOLA PER IMPRESE


Coldiretti propone un servizio di consulenza personalizzato per le imprese operanti nel settore vitivinicolo. Nella locandina qui sotto la sintesi dei principali servizi. Per informazioni e contatti scrivere a una mail all'indirizzo lombardia@coldiretti.it

CORSO FATTORIE DIDATTICHE 2018


Essere una fattoria didattica significa poter offrire una proposta innovativa a scuole e non solo, il trasferimento di conoscenze agricole, insegnando la provenienza dei cibi, l’importanza dell’ambiente e le tradizioni del territorio.

La formazione dell’Operatore di Fattoria Didattica è una qualifica valida e riconosciuta esclusivamente all’interno del circuito di Regione Lombardia delle Fattorie Didattiche.
La qualifica consente di poter accreditare la propria azienda agricola al circuito delle Fattorie Didattiche della Regione Lombardia impegnandosi volontariamente a sottoscrivere la “Carta della Qualità”.
Nell'ambito dell'attività didattica sono previste due figure:
A) Operatore TITOLARE di fattoria didattica, (figura obbligatoria) in possesso dei seguenti requisiti:
- imprenditore agricolo, di cui all’art. 2135 del Codice Civile;
- avere 18 anni
- posizione di titolare, contitolare o coadiuvante familiare dell’azienda agricola, nel caso di società, legale rappresentante;
L'ottenimento della qualifica prevede la frequenza di un corso di 90 ore. Il corso è suddiviso in due moduli:
1)      40 ore corso operatore agriturismo
2)      50 ore modulo specifico didattico
E' possibile accedere al modulo 2 di 50 ore qualora si è già in possesso della qualifica di operatore agrituristico.

B) Operatore DI SUPPORTO di fattoria didattica,
in possesso dei seguenti requisiti:
- avere 18 anni;

L’azienda può essere accreditata al circuito fattorie didattiche della Regione Lombardia SOLO dalla qualifica di operatore TITOLARE fattoria didattica legata alla figura del titolare, contitolare o coadiuvante familiare dell’azienda agricola o legale rappresentante in caso di società che ha frequentato il corso completo di 90 ore (40 ore agriturismo + 50 ore specifiche sulla didattica)

Il Corso fornisce la conoscenza di base per valutare la fattibilità del servizio didattico nell’azienda agricola per poter rientrare nel circuito Fattorie Didattiche accreditato.
Sono previsti incontri in aula presso la sede Regionale Coldiretti Lombardia (via Filzi 27 Milano – zona stazione centrale a 5 minuti a piedi dalla stazione treni) e  incontri fuori sede, presso aziende Fattorie Didattiche accreditate.

PROGRAMMAZIONE 2018 - MODULO 2 - 50 ORE

OTTOBRE 2018
GENNAIO 2019
Per ottemperare al modulo 1 - prima edizione utile settembre 2018 - novembre 2018

Per richiedere informazioni scrivere a: terranostra.lombardia@coldiretti.it








La formazione dell’Operatore di Fattoria Didattica è una qualifica valida e riconosciuta esclusivamente all’interno del circuito di Regione Lombardia delle Fattorie Didattiche.
La qualifica consente di poter accreditare la propria azienda agricola o l’azienda agricola in cui si è inseriti come coadiuvanti/dipendenti  e di  entrare a far parte del Circuito delle Fattorie che prevede una serie di impegni dettati dalla “Carta della Qualità” e sottoscritti al momento dell’accredito.
Il corso obbligatorio è della durata di 90 ore.
L’azienda agricola che può svolgere l’attività didattica è un’azienda agricola esistente, attiva e produttiva che sceglie di integrare con l’attività didattica l’attività produttiva che è e rimane quella principale e prevalente dell’azienda.
Il Corso fornisce le conoscenza di base per valutare la fattibilità del servizio didattico nell’azienda agricola per poter rientrare nel circuito Fattorie Didattiche accreditato.
Essere una fattoria didattica significa poter offrire una proposta innovativa a scuole e non solo, il trasferimento di conoscenze agricole, tradizione e come la Fattoria diventa il luogo dell’apprendere facendo insegnando la provenienza dei cibi, l’importanza dell’ambiente e le tradizioni del territorio.
Edizioni previste

PROSSIMA EDIZIONE SETTEMBRE 2017
Se interessati inviare una mail a terranostra.lombardia@coldiretti.it oppure telefonare 0258298722 0258298889 dott.ssa Valeria Sonvico




Calendario autunno 2018 incontri e visite in campo per aziende- ore riconosciute come aggiornamento Fattoria Didattica


Calendario 2018 incontri e visite in campo per aziende
Gli incontri/visite in campo sono stati programmati nell’ambito dell’attività di Terranostra-Coldiretti al fine di fornire momenti di approfondimento e di crescita nel settore della multifunzionalità e non solo. In particolare si ritiene importante dare nuovi stimoli e nuova creatività non solo alle aziende che da poco si sono avvicinate a nuovi servizi, ma anche alle aziende che ormai da anni sono consolidate e riconosciute sul territorio per migliorare la loro offerta al pubblico.
A CHI SONO RIVOLTI: aziende agricole e aziende agrituristiche. In particolare gli incontri/visite in campo sono validi come ore di aggiornamento per gli operatori di Fattoria Didattica, ricordando che ogni operatore  Fattoria Didattica abilitato è tenuto  ad un aggiornamento obbligatorio annuale pari a:
·         16 ore di aggiornamento nel corso dell’anno solare per i primi 3 anni di attività
o   Dall’anno successivo alla scia per il titolare
o   Dall’anno successivo alla frequenza del corso per l’operatore di supporto;
·         8 ore di aggiornamento nel corso dell’anno solare dopo 3 anni di attività;

SCHEDA DI ADESIONE: per partecipare è necessario inviare la scheda di adesione (una scheda per ogni persona che partecipa) via fax 02.58298899/02.58303549 o via mail a terranostra.lombardia@coldiretti.it Per motivi organizzativi attendere dalla segreteria una mail di conferma di iscrizione alla giornata/e scelte.

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: nel calendario viene dettagliata la quota di partecipazione di ciascuna giornata (Per i familiari e/o i dipendenti/collaboratori del titolare di un’azienda Terranostra/Coldiretti si applicano le quote agevolate corrispettive come Terranostra/ Coldiretti.) Per alcune attività SOLO per i SOCI TERRANOSTRA dal secondo partecipante della medesima azienda  è prevista una quota ridotta.

MODALITA’ DI PAGAMENTO: la quota deve essere versata entro i termini previsti nella scheda tramite bonifico bancario a Terranostra Lombardia  Banca Popolare di Lodi, Agenzia 13, via Volturno 44, Milano IBAN IT75 K  05034 01623 000000 126 995 Indicare nella causale “data incontro/i seguito dal nominativo/i del partecipante” In caso di mancata partecipazione la quota non viene restituita. La quota non è riconosciuta ai fini delle detrazioni fiscali.

PARTECIPANTI: le giornate sono attivate raggiungendo il numero minimo di 10 partecipanti, verrà data comunicazione nel caso in cui la giornata venga annullata per mancanza di coperture delle spese di docenza. In tale caso si restituisce quanto versato.  Nel caso in cui dovessero verificarsi partecipanti in lista di attesa si valuterà la ripetizione della giornata/e.

ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE: verrà rilasciato l’attestato quale dimostrazione della frequenza alla giornata di aggiornamento.

Vitto e spostamenti in azienda sono a carico del singolo partecipante e non considerati nella quota indicata.

INCONTRI IN AULA: via Fabio Filzi, 27  MILANO PIANO 10 – zona stazione centrale 5 minuti a piedi da MM2/ MM3/ stazione treni


Calendario iniziative 2018
Scheda di adesione 2018

L'ALBO DEI CONSUMATORI
DI CAMPAGNA AMICA

Clicca e scopri di più


ALBO DEI CONSUMATORI DI CAMPAGNA AMICA
CLICCA QUI E SCARICA IL MODULO PER L'ISCRIZIONE

Dopo aver compilato il modulo in tutte le sue parti, invialo a francesco.goffredo@coldiretti.it

Area Riservata: