Federazione Coldiretti Lombardia

Visita il sito Coldiretti Nazionale: www.coldiretti.it

Ricerca nel sito:

Ricerca avanzata

La Coldiretti "ispira la propria azione alla storia e ai princìpi della Scuola cristiano-sociale"
(1° articolo dello Statuto)


Il primo articolo dello Statuto della Coldiretti attribuisce all'Organizzazione il ruolo di "rappresentanza delle persone e delle imprese che operano in agricoltura" e aggiunge: "la Confederazione ispira la propria azione alla storia e ai principi della scuola cristiano sociale".
La presenza del Consigliere Ecclesiastico nella Coldiretti è postulata da questa identità ed è intesa come servizio per illuminare le scelte programmatiche e comportamentali perché siano coerenti con i dettati dell'ispirazione cristiana. Il Consigliere Ecclesiastico è chiamato a svolgere il suo compito nel rispetto della legittima autonomia dell'Organizzazione. I Responsabili, da parte loro, si impegnano a valorizzare questa figura nel modo più opportuno. Il Consigliere Ecclesiastico, in quanto espressione della sollecitudine pastorale della Chiesa per la formazione dei laici nel mondo del lavoro, opera ai diverse livelli, per mantenere rapporti di collaborazione tra Confederazione e Federazioni con la Conferenza Episcopale Italiana e l'Ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro, con i Vescovi e le strutture diocesane che animano la pastorale del lavoro.


IL CONSIGLIERE ECCLESIASTICO REGIONALEIl Consigliere Ecclesiastico regionale ricalca, per quanto possibile, il ruolo di quello nazionale nell’ambito della Regione di competenza, in raccordo con il C.E. Nazionale. In collegamento con il C.E. Nazionale e la Consulta dei C.E., il C.E. Regionale ha la responsabilità:
  1.  di organizzare incontri di formazione dei C.E. della Regione e di assistere spiritualmente il personale della Federazione; 
  2. di programmare iniziative formative all’insegnamento sociale della Chiesa per i Quadri Dirigenti e i Soci della Regione;
  3. di offrire la propria collaborazione per articoli sui valori sociali cristiani per il giornale o rivista della Federazione;
  4. di curare la presenza dei C.E. nelle singole Federazioni, prendendo contatto con i Vescovi per la loro nomina e per la loro partecipazione attiva alla vita della Coldiretti;
  5. di curare il coordinamento dell’Associazione con i programmi dell’Ufficio regionale per i problemi sociali e il lavoro, collaborando in particolare alla Consulta regionale dell’Ufficio stesso
    I Dirigenti della Regione si impegnano a valorizzare la figura del C.E. Regionale, offrendogli gli opportuni sostegni per l’adempimento del suo ruolo.
     

IL CONSIGLIERE ECCLESIASTICO PROVINCIALE

La CNCD tenderà a riorganizzare la presenza dei C.E. in relazione alle Federazioni provinciali. Di conseguenza, diventerà preminente il ruolo del C.E. provinciale come primo animatore della dottrina sociale cristiana all’interno di ogni Federazione provinciale e come coordinatore del compito dei C.E. diocesani presenti in quella stessa Federazione.
In linea con quanto delineato al numero 2 della presente Nota, gli ambiti di intervento del C.E. Provinciale sono:
  • curare la formazione dei Dirigenti ai diversi livelli: consiglieri provinciali e zonali e rispettivi funzionari,
    soci, responsabili e appartenenti ai movimenti, formatori dei corsi professionali (svolti a livello regionale) e in particolare i "tutors";
  • curare le iniziative e i corsi di formazione, anche invitando esperti sui temi della dottrina sociale cristiana.
    I Responsabili delle Federazioni Provinciali, in accordo con quelle Regionali, si impegnano a coinvolgere la figura del C.E. Provinciale, offrendogli gli opportuni sostegni per l’adempimento del suo compito

    I CONSIGLIERI ECCLESIASTICI DELLA COLDIRETTI IN LOMBARDIA
     
  • Consigliere ecclesiastico regionale: Don Claudio Vezzoli
  • Consigliere ecclesiastico provinciale Bergamo: Don Mauro Tribbia
  • Consigliere ecclesiastico provinciale Brescia: Don Claudio Vezzoli
  • Consiglieri ecclesiastici provinciale Cremona: Don Vincenzo Rini - Don Ezio Neotti
  • Consigliere ecclesiastico provinciale Mantova: Don Alberto Bertozzi
  • Consigliere ecclesiastici provinciale Milano, Lodi, Monza Brianza: Don Walter Magnoni 
  • Consigliere ecclesiastico provinciale di Pavia: Don Ernesto Maggi
  • Consigliere ecclesiastico provinciale di Varese: Don Roberto Besozzi
  • Consigliere ecclesiastico provinciale di Sondrio: Don Giovanni Dolci